MARCA AMICA

Presentata oggi la nuova Guida Enogastronomica curata da Terranostra e Coldiretti Treviso

Si chiama Marca Amica e si candida ad essere una guida agrituristica ed enogastronomica completa ed affidabile per chi vuole vivere l'esperienza del turismo rurale ed enogastronomico nei vari territori della Marca trevigiana.

Oltre 140 tappe tra agriturismi, cantine, punti vendita aziendali e mercati settimanali di Campagna Amica e fattorie didattiche di Campagna Amica. 

Una guida dell'accoglienza per Terranostra, l'associazione degli agriturismi di Coldiretti Treviso, che si presenta bilingue, in italiano e inglese, con mappe e i dettagli utili alle escursioni, edita in collaborazione con la Camera di commercio di Treviso e Belluno. Tiratura di 30 mila copie.

"Una guida per rendere la Marca trevigiana sempre più Amica dei consumatori grazie a quelle imprese agricole vocate alla produzione di cibo eccellente, alla sana accoglienza nei propri agriturismi, per vivere diversi e straordinari percorsi enogastronomici con la fortuna di avere in ogni territorio delle identità originali e delle peculiarità enogastronomiche uniche ed inimitabili - sottolinea Giorgio Polegato, Presidente di Coldiretti Treviso - Una guida che esprime un vero e proprio Patto con i consumatori che si basa sulle garanzie di origine certa e bontà del Cibo che viene prodotto, preparato e proposto".

"Uno strumento che ci dona l'opportunità di conoscere delle persone speciali, le famiglie dei nostri agriturismi, le aziende, le cantine che possiamo considerare dei veri e propri custodi dei nostri sapori e dei nostri territori - sottolinea Loris De Miranda, presidente di Terranostra Treviso - Uno strumento molto aggiornato ed accattivante per organizzare le future uscite all'aria aperta per conoscere il nostro patrimonio enogastronomico e rurale. E' per noi uno strumento di promozione importante per il rilancio delle imprese agrituristiche e del comparto della vendita diretta post Covid per un invito ad una vacanza all'aria aperta in quei luoghi vocati all'agriturismo e all'enoturismo".

Presenti alla presentazione Mario Pozza, Presidente Camera di Commercio Treviso e Belluno, Loris De Miranda, presidente di Terranostra, Giorgio Polegato, Presidente provinciale Coldiretti Treviso, e Luca Colussi, responsabile agriturismo Coldiretti Treviso.

"L'agricoltura sta avendo una grande evoluzione per valorizzare i prodotti di casa nostra che vengono portati fino alle case dei consumatori dagli stessi agricoltori. Nel rilancio non possiamo che contare proprio sul settore primario trevigiano che tutti ci invidiano - racconta Mario Pozza, presidente di Camera di Commercio di Treviso e Belluno - Del resto gli stessi numeri ci fanno comprendere quanto dia importante questo settore per l'economia della Marca trevigiana. Al 31 dicembre 2020 le imprese agricole trevigiane erano 14890, il 19 per cento delle imprese provinciali con 27 mila addetti".

"Grazie, infine, agli sponsor che ci hanno dato fiducia come Centromarca Banca - Credito cooperativo di Treviso e Venezia, l'Associazione per la gestione del Sito Unesco Colline del Prosecco di Conegliano e e Valdobbiadene, il Consorzio Agrario di Treviso e Belluno, il Consorzio Asparago di Badoere, la Latteria Soligo, l'Associazione Agrimercato e Four- ES - Associazione allenatori e guide ciclistiche" concludono in coro Polegato e de Miranda.  

COLDIRETTI PREOCCUPATA PER LE SCELTE DEL CONSORZIO DI TUTELA DEL PROSECCO CONEGLIANO VALDOBBIADENE

La nota del Ministero sulla riapertura delle candidature non è stata considerata

Coldiretti Treviso in un comunicato esprime la sua amarezza e stupore alla notizia che il Cda del Consorzio di tutela del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene docg non abbia tenuto in considerazione una nota del Ministero che indicava la necessità di riapertura delle candidature alla prossima assemblea.

"Si rileva " si legge nel testo " come l'elemento democratico nella rappresentanza non sia tenuto minimamente conto dallo stesso. Il disquisire sulla natura delle indicazioni ministeriali, evidentemente considerate nulle dal cda del Consorzio di tutela, palesano la ferma volontà di non interessarsi alle medesime. Si ritiene che un parere del Ministero non cambia se formulato su una mail, su carta o su pergamena. La responsabilità di tutti dovrebbe essere quella di verificare e confrontarsi su quelle stesse indicazioni.£

"Il Consorzio di tutela non può non tutelare gli interessi di tutte le sue componenti, ma anche della propria autorevolezza e della propria immagine nei confronti del territorio di appartenenza e ancor più verso l'esterno. Vivere un momento topico come questo in cui il proprio territorio è diventato sito Unesco dovrebbe far sentire il peso di questa responsabilità nei componenti del Cda."

"In qualità di Organizzazione di categoria che tutela le imprese agricole del territorio, Coldiretti Treviso ancora una volta chiede il rispetto delle regole e che la rappresentanza democratica sia non solo rispettata, ma considerata un elemento imprescindibile dal governo del Consorzio stesso "

Pronto il carico di Vitamina C

Iniziativa di Coldiretti a Treviso per il consumo di agrumi italiani

Arance rigorosamente "Made in Italy", pompelmi, limoni e altri agrumi, kiwi gialli e verdi, ma anche tanta verdura ricca di vitamina C come radicchi, broccoli, cavoli e spinaci domani saranno i protagonisti dei banchi dei produttori di Campagna Amica al Mercato Coperto di Piazza Giustinian a Treviso. 

Per affrontare "i giorni della merla" il periodo più freddo dell'anno, definito così da una credenza popolare, nel mercato coperto domani mattina, sabato 30 gennaio sarà possibile fare il carico di salute con la spesa a km zero accompagnata dalle spiegazioni di nutrizionisti, consigli di esperti e ricette dei cuochi agricoli. 

Spazio anche ai rimedi naturali della nonna con storie e racconti tramandati da intere generazioni e conservati nei granai del sapere contadino. 

ARTE, MUSICA E GIOVANI AL MUSEO BAILO
 CON  LA 
PUPPETS FAMILY 

L'Amministrazione comunale promuove una nuova modalità di fruizione dei luoghi della cultura per avvicinare i giovani e valorizzare il patrimonio artistico trevigiano

Giovani, ballo e arte al Museo Bailo. Questa mattina, in occasione della presentazione nuovo video-progetto della Puppets Family, academy trevigiana specializzata in ballo, animazione e aggregazione giovanile, l'Amministrazione comunale di Treviso ha annunciato una nuova sinergia con tutte le realtà che si interfacciano quotidianamente con i ragazzi per avvicinarli ai luoghi di cultura di Treviso, già aperti nei mesi scorsi ad iniziative come yoga e medicina narrativa, photo shooting e videoclip che hanno visto protagonisti due DJ. L'obiettivo è quello di promuovere i poli museali con il linguaggio dei giovani e dei social media. I Puppets hanno girato un videoclip all'interno del Museo Bailo. «In questo periodo sentivamo la necessità assoluta di vivere la nostra arte», spiegano i fondatori della Academy fondata nel 2008 da Dani Leiban Concepcion e che ora rappresenta una vera e propria community. «Non volevamo diffondere questa nostra passione solo all'interno delle nostre case ma farla sfociare in qualcosa di importante, non solo per noi ma per l'intera comunità, anche perché esprimere e comunicare è indispensabile per il nostro settore artistico. Abbiamo pensato al Museo Bailo perché un luogo stupendo, da promuovere e da far conoscere anche ai più giovani».

Nel progetto sono stati coinvolti tantissimi giovani del territorio, dalla influencer trevigiana Alice De Bortoli ai rapper Giovaneffe e Nova YC, artisti nati nei quartieri di Treviso, dai ballerini della Academy ai professionisti, nel pieno rispetto delle misure di sicurezza ed una preparazione esclusivamente online.

«Accogliamo con grande entusiasmo tutte le progettualità in grado di avvicinare i giovani, con un piglio fresco e innovativo, ai nostri luoghi della cultura», le parole del sindaco Mario Conte. «È importante, in un periodo in cui anche il comunicare l'arte è mutato, avvicinarsi ai ragazzi utilizzando il loro stesso linguaggio e mi fa piacere che i loro progetti musicali e di aggregazione giovanile abbiano incontrato la nuova modalità di fruizione dei luoghi della cultura promossa dall'assessore Colonna Preti che ha già visto, per esempio, il Museo di Santa Caterina diventare luogo perfetto per la meditazione, la ginnastica e lo yoga».

«I Musei, oltre a conservare e mantenere il patrimonio artistico della Città, devono diventare luoghi di socialità», afferma l'assessore ai Beni Culturali e Turismo Lavinia Colonna Preti. «Vogliamo che i ragazzi li "facciano loro" per organizzare attività legate alle arti. L'arte che si aggiunge ad altra arte non può che generare bellezza». 

  RIAPERTURA ALL'INSEGNA DELL'ARTETERAPIA PER I MUSEI DI TREVISO

INGRESSI GRATUITI, INIZIATIVE DIDATTICHE E UN OMAGGIO PER I VISITATORI

I Musei cittadini si preparano a riaprire le porte con alcune importanti novità.

I musei, in ottemperanza alle misure di contenimento del contagio stabilite dall'ultimo Dpcm, rimodulerà i giorni di apertura assicurando l'accesso anche il lunedì (abitualmente chiuso) e fino al venerdì, dalle ore 10 alle ore 18. L'Amministrazione ha stabilito inoltre che per tutto il mese di febbraio l'ingresso sarà gratuito.

Inoltre, i primi 100 visitatori verranno omaggiati con un kit pensato appositamente per i più piccoli (borsetta dei musei con quaderno, penna e libretto personalizzato), ma anche un pensiero griffato "Musei Civici" per gli adulti, il Bollettino o una mascherina per la protezione individuale.

Le mascherine per la protezione individuale sono una novità tra i prodotti di merchandising dei musei (il visitatore potrà infatti trovarle in vendita nel bookshop di Santa Caterina e del Bailo al prezzo di 7 €). Realizzate dalla tessitura Monti di Treviso in stoffa, lavabili e riutilizzabili, riprendono particolari degli acquerelli di Antonio Carlini che l'artista trasse dagli affreschi della Loggia dei Cavalieri: un modo ulteriore per unire la necessità della protezione individuale e la promozione di una peculiarità e caratteristica dell'Urbs picta.

«Un segno di attenzione, ma anche di ringraziamento per tutti i cittadini che, tornando a frequentare le sale museali, vorranno simbolicamente ripartire dalla bellezza», spiega l'assessore ai Beni Culturali Lavinia Colonna Preti. «Un segno di rinascita, un invito a tornare ad alimentare il proprio spirito con l'arte, il bello, l'armonia: una forma di cura che proponiamo non solo ora ma che ci ha accompagnato dall'inizio del mandato con iniziative apprezzate dal pubblico come 'l'Arte di star bene' o 'Medicina narrativa'».

La riapertura passerà anche attraverso la serie di incontri gratuiti didattico culturali "Arte specchio dell'Anima", organizzati dai Musei e curati da Sabina Ferro e Ilaria Simeoni.Quattro appuntamenti attraverso i quali si potrà, attraverso l'esame di opere selezionate, far conoscere ma soprattutto "vivere con cura" l'arte come specchio della nostra persona. Gli incontri sono frutto della contaminazione tra didattica museale e pratica della medicina narrativa, da cui emergerà la funzione dell'Arte e la sua capacità di intercettare le nostre fragilità e rendere l'ordinario fonte di stupore, rinascita di cui prendersi cura e bisogno di ritrovare una risposta all'incerto respiro."Arte specchio dell'Anima" sarà un'esperienza di linguaggi nuovi e la riscoperta del Museo con le sue opere, quale parte determinante dei cambiamenti che stiamo attraversando e potenziale risorsa su cui riflettere per ritrovarsi.

A Santa Caterina è inoltre tutto pronto per il prossimo appuntamento con le grandi mostre, fissato al 26 marzo con l'apertura della temporanea dedicata al trevigiano Renato Casaro: "Renato Casaro. L'ultimo cartellonista del cinema. Treviso, Roma, Hollywood". Un percorso che tra arte e cinema sorprenderà e appassionerà.

CARNEVALE DI VENEZIA 

In esclusiva su TeleVenezia l'edizione 2021 in diretta dal Casinò di Venezia

Conto alla rovescia per l'edizione 2021 del Carnevale di Venezia . Quest'anno in diretta dal Casinò di Venezia musica, intrattenimento,storia, racconti, collegamenti per il primo Carnevale senza eventi e manifestazioni con il pubblico.

Primo appuntamento Sabato 6 Febbraio ore 17.00 su TeleVenezia Canale 71, Love in Venice canale 673 ed in diretta streaming su veneziaradiotv.it.


Jesolo.it apre lo store on line

Jesolo, il City brand con la sua nuova linea di materiali griffati in vendita presso l'info point del Lido e ora anche sul portale Jesolo.it 

Pur con tutte le sue difficoltà, il 2020 ha portato Jesolo destinazione turistica a sviluppare e lanciare il suo nuovo marchio turistico.

In una evoluzione che è partita dalla J. istituzionale della città è nato un marchio che tiene insieme e comunica in maniera forte l'identità di Jesolo con i colori, i sapori, i profumi, distintivi del territorio.

Sono stati progettati e realizzati alcuni prodotti firmati Jesolo: un ulteriore e importante strumento di valorizzazione del marchio della settima destinazione turistica italiana.

"Ispirandoci allo stile contemporaneo della City Beach - spiega Valeria Morando,Art Directordi Studiowiki agenzia di comunicazioneche insieme a Itur e Ideazione gestisce il servizio di comunicazione e promozione della destinazione - è stata realizzata una gamma di accessori che riflette l'identità di una Jesolo colorata, divertente, memorabile e attraente".

"Con il lancio della nuova brand avvenuto lo scorso anno, Jesolo sta dando una caratterizzazione sempre più marcata alla sua immagine come una località che può essere vissuta a 360 gradi - commenta il sindaco di Jesolo, Valerio Zoggia -. Il lancio dello store online e i diversi prodotti e gadget che si possono acquistare sono opportunità per veicolare il nome di Jesolo e un modo per lasciare ai nostri ospiti qualcosa da portare con sé che ricordi il soggiorno e l'esperienza trascorsa nella nostra città".

L'attenzione e la cura riservate ai suoi visitatori e la dinamicità di una città ricca di esperienze per tutti, sono state tradotte nella creatività di ideazione e nella cura dei dettagli di realizzazione di questi prodotti tutti rigorosamente Made in Italy.

Prodotti e gadget griffati Jesolo che diventano essi stessi strumento identitario e veicolo di promozione per la città. Un invito a ricordare una bella vacanza trascorsa o un incentivo per pianificare una nuova vacanza ancora tutta da fare.

Da pochi giorni è infatti possibile acquistare tutti i prodotti a marchio sulla nuova sezione e-commerce del portale ufficiale della destinazione all'indirizzo: https://shop.jesolo.it/

LA SFIDA

Il primo romanzo di Alessandra Acciaio

È online "La sfida", l'opera prima di Alessandra Acciaio, un coraggioso romanzo autobiografico in cui, attraverso il racconto della propria esperienza di accompagnatrice di uomini facoltosi, l'autrice squarcia il velo di riserbo che avvolge il mondo ovattato dei club privé, dei festini e delle ville lussuose nei dintorni di Roma, dove si incontrano coppie insospettabili per lo scambio dei partner, ma anche vip, imprenditori, professionisti e uomini politici per dare sfogo a istinti e perversioni sessuali. Un mondo "carsico", questo, i cui rari affioramenti all'attenzione dei media e dell'opinione pubblica si accompagnano sempre a scandali come quelli che in passato hanno travolto noti uomini politici e che, di recente, hanno riguardato un brillante imprenditore.
Alessandra Acciaio è il nom de plume dell'autrice, ma la vicenda è la fedele rappresentazione della sua storia di vita e della metamorfosi della sua personalità. Oggi la scrittrice, relegata l'attività di accompagnatrice a episodici momenti di fuga dalla noia e dalla "normalità", lavora come traduttrice e organizzatrice di eventi culturali. Il libro si ascrive al genere letterario del romanzo di formazione nella misura in cui la protagonista, attraverso una serie di peripezie e avventure, matura una nuova coscienza di sé e ritrova un proprio equilibrio esistenziale.
Proveniente da una famiglia dell'alta borghesia romana, Alessandra, dopo il fallimento del suo matrimonio e una serie di rovesci economici nei quali perde tutti i suoi averi, si ritrova già quarantenne a dover ricostruire la propria vita. Cosa che farà, reinventandosi nelle vesti di accompagnatrice di uomini facoltosi, frequentatrice di privé, locali notturni e lussuosi festini a base di droga e alcol, prima a Roma, poi a Las Vegas e nella Costa Rica. Dalla stabilità economica e sentimentale dipende, inoltre, anche quella psichica, dal momento che la protagonista è affetta da un disturbo bipolare che riesce a tenere sotto controllo attraverso l'uso di farmaci.
Travolta da una serie di eventi e decisioni avventate, Alessandra è inghiottita in una spirale perversa di precarietà economica, frequentazioni pericolose, fragilità psichica e depressione. Solo dopo un difficile periodo di cura e riabilitazione trascorso in una struttura sanitaria, riesce a ritrovare il coraggio, la fiducia in sé stessa e un nuovo bisogno di normalità. Fino a vincere l'ultima sfida: raccontarsi e raccontare la propria esperienza in questo libro.

Molteplici gli spunti di interesse che emergono dalla lettura. Tra gli altri, segnaliamo, in primo luogo, la testimonianza dell'autrice che, con grande forza d'animo, ha saputo rialzarsi dopo le rovinose cadute e che, pertanto, può essere d'esempio per chi lotta contro le proprie debolezze, un amore malato, un disturbo della salute o semplicemente per la propria affermazione nella vita e nel lavoro.
Secondariamente, c'è la descrizione da dietro le quinte delle atmosfere intriganti, degli ambienti discreti, dei personaggi insospettabili, che gravitano nel mondo della vita notturna capitolina (e non solo) e degli incontri di sesso a pagamento, tra lusso e lussuria, nei club privé, negli alberghi favolosi di Las Vegas, nelle incantate ville tropicali. Un argomento che sollecita e solletica da sempre la curiosità e la pruderie dei lettori.
Il testo è corredato da un'appendice fotografica con alcuni scatti artistici e "trasgressivi" dell'autrice, realizzati da Oscar Bernardi 

PETALI AL VENTO

La nuova raccolta di poesie di Nadia Vitali

"Petali al Vento " è il titolo del nuovo lavoro della scrittrice Nadia Vitali di Pieve di Soligo.

La raccolta di poesie prende spunto dal suo primo libro " Il profumo del Vento" da dove riprende alcune liriche e ne aggiunge di nuove .

Non è un caso che in entrambi i titoli ci sia il Vento : per Nadia un elemento fondamentale che "che dà intensità alle poesie, sparge profumi e sentimenti".

Come sue fedele compagno è il foglio bianco nei quali trascrive i suoi pensieri ed emozioni "E il mio fedele compagno di viaggio" ci dice " Il mio ascoltatore che non giudica".

Nel 2018 Nadia decide di accompagnare le sue poesie alle fotografie di Gianluca Donadello e nasce "Tra le note del Silenzio" che ha raccolto , come il primo numerosi riconoscimenti in prestigiosi concorsi letterali.

Non ci resta che abbandonarci alle lettura di "Petali al Vento" e farci coinvolgere nelle emozioni e sensazione che le poesie ci trasmettono

L'AFFIORARE DEI RICORDI

ARTURO MARTINI SI RACCONTA AL MUSEO LUIGI BAILO

I Musei Civici di Treviso aprono il nuovo anno proponendo un'inedita modalità di scoperta e lettura del patrimonio, curiosa, stimolante e aperta a tutti. "L'affiorare dei ricordi - Arturo Martini si racconta al Museo Luigi Bailo"è il titolo delciclo di sei video progettati da Paola Bonifacio che danno letteralmente voce all'artista trevigiano, il quale, proprio dalle sale del museo dove sono conservate molte tra le sue opere più importanti, ripercorrerà la sua vita e la sua arte dalle prime prove, insidiose e piene di ostacoli alle mostre di Venezia, la permanenza a Monaco, i successi di Roma, la maturità a Milano.

Il Martini dei Colloqui sulla scultura con Gino Scarpa (1944-45) verrà interpretato dall'attore Francesco Cevaro (riprese di Giulio Grespan): i testi sono tratti dagli incontri-confessione scambiati con l'amico giornalista tra il 19 luglio e il 10 novembre 1944, in un emozionante e controverso viaggio nel profondo del suo essere artista. Si inizia mercoledì 20 gennaio alle ore 18 con Sulla famiglia. Poi, ogni mercoledi, seguiranno Giovinezza, Tra Venezia e Monaco, Ricerche e scoperte, Maturità, L'opera d'arte viene da sé.

Martini amava esprimersi attraverso il soliloquio, e talvolta anche in terza persona e sempre seguendo il filo dei pensieri nella sospensione e ripresa intermittente di enunciati e memorie. Tali aspetti permettono di cogliere l'indole dell'uomo e le aspettative dello scultore, con le connaturate insoddisfazioni, i repentini cambi d'umore, la fragilità e l'esaltazione autoreferenziale, ma anche la passione e l'onnipresente necessità di verità.

INSETTI A TAVOLA? 

COLDIRETTI TREVISO RISPETTA

 MA NON GRADISCE


Consumi: il 54% degli italiani boccia l'ok dell'Efsa agli insetti nel piatto

"Rispettiamo ogni cultura ed ogni tradizione alimentare, ma agli insetti sui piatti dei trevigiani proprio non ce la facciamo a dire di sì". 

Coldiretti Treviso è con la maggioranza degli italiani (54%) che considera gli insetti estranei alla cultura alimentare nazionale e non porterebbe mai a tavola la larva gialla della farina (Tenebrio molitor) essiccata termicamente, intera o sotto forma di farina, per la quale il gruppo di esperti EFSA ha dato parere positivo per il consumo umano.

 Il via libera riguarda la possibilità di utilizzare l'insetto intero essiccato sotto forma di snack e come ingrediente in una serie di prodotti alimentari. 

Secondo gli esperti il suo consumo non risulta svantaggioso dal punto di vista nutrizionale e non pone problemi di sicurezza alimentare anche se - sottolinea la Coldiretti - il Novel Food a base di Tenibrio molitor può indurre sensibilizzazione e reazioni allergiche alle proteine ​​dell'insetto e può causare reazioni allergiche in soggetti con allergia ai crostacei e agli acari della polvere.

La novità - sottolinea Coldiretti - non piace pero' al 54% degli italiani contrari agli insetti a tavola mentre sono indifferenti il 24%, favorevoli, il 16% e non risponde il 6%, secondo l'indagine Coldiretti/Ixe'.

 In giro per il mondo - rileva la Coldiretti - si possono trovare molti esempi che vanno dalla pasta all'uovo artigianale ai grilli ai millepiedi cinesi arrostiti al forno per renderli croccanti e poi affumicati, dalle tarantole arrostite senza conservanti né coloranti dal Laos ai vermi giganti della farina dalla Tailandia che sono arrostiti e dicono che abbiano un gusto simile alle patatine con un leggero aroma di pollo. Ma ci sono anche - continua la Coldiretti - il baco da seta all'americana, la vera "star" degli insetti commestibili, le farfalle delle palme dalla Guyana francese, fritte e condite, le cimici d'acqua dalla Thailandia, ricche di fibre, proteine e vitamine fino agli "aperinsetti": vermi della farina aromatizzati alla paprica, al curry e al sale marino "made in Belgio", magari da mandare giù con un sorso di Vodka con bachi da seta. E per i palati più temerari i anche scorpioni dorati dalla Cina e neri dalla Thailandia, scarabei consigliati come aperitivo servito in spiedini, anch'essi thailandesi. Vastissima la scelta di grilli, da quelli al curry e cocco a quelli piccanti al gusto barbecue, fino a quelli al peperoncino dolce, tutti made in Thailandia.

A spingere verso il consumo di insetti è da qualche anno la Fao (Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura) forte del fatto che nel mondo già quasi 2000 specie di insetti sono considerate commestibili e vengono consumate da almeno 2 miliardi di persone. "Una corretta alimentazione non può però prescindere dalla realtà produttiva e culturale locale nei Paesi del terzo mondo come in quelli sviluppati - conclude la Coldiretti - e a questo principio non possono sfuggire neanche bruchi, coleotteri, formiche o cavallette a scopo alimentare che, anche se iperproteici, sono molto lontani dalla realtà culinaria nazionale"

TORNA 

MEZZOGIORNO BIANCOCELESTE


Nella puntata di Sabato scopriremo la figura del Match Analist 

Sabato prossimo torna Mezzogiorno Biancoceleste con tante novità. L'appuntamento in diretta è sulle pagine facebook di Treviso Ac. e Treviso siamo noi, oltre che sul canale youtube Treviso Fbc 1993. 

 Il conduttore Luca Pinzi intervisterà come di consueto tre ospiti in una puntata intitolata "Tra strategie, notizie e tattica" e nello specifico presenterà una novità della stagione in corso per i colori biancocelesti: la nuova collaborazione con un match analist.

 A Mezzogiorno Biancoceleste sarà ospite, infatti, Pietro Bertorelle, entrato a inizio campionato nello staff di mister Cunico.

 Sarà poi collegato il consorziato di "Treviso Siamo Noi" Matteo Geretto in rappresentanza della Casa di cura Giovanni XXIII di Monastier. 

 Infine, dopo la partecipazione nelle puntate scorse del giornalista de Il gazzettino Zorzo sabato prossimo toccherà ad Andrea Dossi de La Tribuna di Treviso che interverrà in diretta per analizzare questa stazione all'insegna dell'emergenza 

JESOLO SUMMER SHOW 2021

L' Avventura Continua

Dopo il successo della scorsa estate non potevamo non darvi una nuova edizione del programma live su TeleVenezia e RadioVenezia da Jesolo. Per informazioni e partecipazioni la mail di contatto è :

  info@direzioneimpresatv.it

CARNEVALE VENEZIA 2021

TeleVenezia si riconferma partner ufficiale dell'evento

Il Carnevale di Venezia si terrà. Questa è la prima bella notizia del 2021. Il Comune di Venezia tramite la sua partecipata Vela ha confermato l'edizione del 2021, che però subirà delle modifiche legato all'emergenza Covid-19.

Mancheranno infatti gli eventi in piazza che richiamavano migliaia di visitatori; al loro posto verranno trasmessi degli speciali quotidiani da Venezia, laboratori in collaborazione con scuole, eventi organizzati dalle Associazioni.

Si ritorna al Carnevale originale con Venezia protagonista, i suoi luoghi, i teatri, i suoi abitanti.

Sarà possibile seguire l'intera manifestazione e gli eventi collaterali solo ed esclusivamente su TELEVENEZIA  canale 71 del digitale terrestre, e sulla sua piattaforma Web "veneziaradiotv.it" in diretta streaming o on demand. 


CONFERMATO IL CARNEVALE DI VENEZIA 

A breve il calendario della manifestazione 

LA VITICOLTURA TREVIGIANA 2021 

IN 4 INCONTRI

L'iniziativa di Coldiretti Treviso rivolta a migliaia di aziende

L'universo viticolo in 4 incontri di approfondimento, voluti da Coldiretti Treviso da vivere dalle proprie aziende per incontrare i massimi esperti del settore, dai rappresentanti del Consorzio di tutela del Prosecco doc a quelli di Avepa, da quelli di Condifesa a quelli dell'Ispettorato Centrale repressioni frodi. "Nei primi due incontri si parlerà di viticoltura sostenibile, di schedario vitivinicolo e di Ocm Vino - sottolinea Giorgio Polegato, presidente di Coldiretti Treviso - si affronteranno quindi dei temi fondamentali per le nostre imprese. Nel terzo seminario on line si affronteranno le tematiche delle assicurazioni e dei fondi mutualistici contro le calamità e nel quarto e ultimo incontro si incontrerà l'ICQRF". Tutti gli incontri si svolgeranno di giovedì alle ore 17 e per parteciparvi basterà cliccare sul link che si trova anche sulle pagine face book di Coldiretti Treviso oltre che sul sito nella news degli eventi. Qui sotto ecco le specifiche di ogni incontro con gli ospiti relatori:

Giovedi 14 gennaio su VITICOLTURA SOSTENIBILE

Indicazione produttive per la prossima campagna e andamento di mercato del Prosecco

A cura di:

Dr.Giovanni Pascarella - Extenda Vitis

Dr.Valerio Cescon - La Marca Spumanti

Dr.Stefano Zanette - Consorzio Prosecco DOC

meet.google.com/fdi-aqjt-hvk

Giovedì 21 gennaio su LO SCHEDARIO VITIVINICOLO E L'OCM VINO

Anticipazioni e novità per il 2021

A cura di:

Dr. Pietro Salvadori - Avepa Treviso

Dr. Lucio Della Bianca - Avepa Treviso

meet.google.com/vse-frir-ttf

Giovedì 28 gennaio su ASSICURAZIONI E

FONDI MUTUALISTICI CONTRO LECALAMITÀ

Un'opportunità da cogliere

A cura di:

Dr. Filippo Codato -Consorzio Difesa Treviso e Belluno

meet.google.com/hsf-xnqx-xak

Giovedì 04 febbraio INCONTRO CON ICQRF

Aggiornamento normativo settore vitivinicolo e servizi telematici

A cura di:

Ispettorato Centrale Repressione Frodi Susegana

meet.google.com/gfo-vaxr-txb

COLDIRETTI TREVISO INCONTRA I CANDIDATI ALLE REGIONALI 

Il presidente Polegato ha illustrato ai presenti le dieci priorità dell'agricoltura veneta 

Un assessorato al cibo, massima attenzione all'innovazione per le imprese agricole trevigiane, le risorse idriche al centro delle politiche regionali e la semplificazione burocratica come ordine tassativo. Coldiretti Treviso sta incontrando i candidati alle prossime elezioni regionali proponendo un documento con un decalogo di priorità da sottoscrivere all'insegna di una identità veneta da consolidare e tutelare attorno ai valori agricoli e al cibo di casa nostra. E così sta accadendo in queste ore, l'incontro è tuttora in corso, nella sede provinciale di Paese. Il presidente e il direttore, rispettivamente Giorgio Polegato e Antonio Ciri, hanno presentato il documento dell'organizzazione ai vari candidati. In presenza parte della dirigenza provinciale e il restante è, invece, collegata anche attraverso una piattaforma digitale. Poi gli stessi candidati, fino a sera quelli intervenuti saranno circa una ventina, hanno cinque minuti per esprimersi sui temi a loro cari riguardanti il settore primario trevigiano. Infine la richiesta di firmare il documento con le priorità di Coldiretti.

LE DIECI PRIORITÀ DI COLDIRETTI


Si tratta di un decalogo di priorità per il settore agricolo e agroalimentare che durante l'emergenza sanitaria ha dimostrato tutta la sua centralità. "I dieci punti che sono richieste chiare - spiega Giorgio Polegato, Presidente di Coldiretti - dall'assessorato al cibo al completamento delle infrastrutture, sia fisiche che digitali, dall'attenzione verso le nuove generazioni di imprenditori alla strategicità del capitale umano per la ricerca e sperimentazione. L'alimentazione sana e a base di prodotti locali nelle mense collettive e nella ristorazione, insieme a filiere forti e sostenibili sono la chiave di volta per una regione che fa dell'identità il suo baluardo". Per affermare il lavoro di oltre 15 mila imprese agricole della Marca trevigiana, Coldiretti Treviso invoca una politica economica che sostenga la filiera agroalimentare per dare valore al territorio ed equilibrio nella redistribuzione del reddito, ma anche le aggregazioni tra le cooperative di produttori per non essere in balia delle multinazionali. Coldiretti Treviso in sintonia con la federazione del Veneto propone per le elezioni 2020 la sottoscrizione di un patto identitario per dare slancio ad un settore che garantisce un'occupazione crescente. Lo fa attraverso i pilastri legislativi che dovranno essere ripresi come la legge regionale del Km Zero per guidare la predisposizione degli appalti pubblici, quella agrituristica che non può non tener conto di quanto sperimentato durante il Covid 19, l'aggiornamento della normativa dell'agricoltura sociale per riconoscere i parametri sanitari delle fattorie che offrono servizi ed assistenza alle fasce deboli, l'adeguamento della norma per arginare la povertà che nella fase3 post pandemia sta coinvolgendo il 30% della popolazione, ma anche con l'appello alla Regione affinchè sia parte attiva nella creazione di un nuovo patto identitario di filiera

CIBO STRANIERO: MAI PIU' SEGRETI PER I CONSUMATORI 

Non più prosciutto generico scambiato per nostrano oppure latte straniero senza indicazione di provenienza. Non più cibo con il veto sulla propria provenienza. Finalmente i consumatori avranno la trasparenza che meritano". Interviene così Giorgio Polegato, presidente di Coldiretti Treviso, sull'attesa notizia che ha visto finalmente cadere il "segreto di Stato" sui cibi stranieri che arrivano in Italia. Sarà, infatti, finalmente possibile conoscere il nome delle aziende che importano gli alimenti dall'estero dai quali dipende ben l'84% degli allarmi sanitari scattati in Italia nel 2019. Lo storico risultato è contenuto nel decreto Semplificazioni sul quale il Governo ha posto la fiducia alla Camera. "Nel provvedimento è infatti inserita una norma fortemente sostenuta dalla Coldiretti che finalmente assicura la massima trasparenza sui flussi agroalimentari. Il decreto - sottolinea Polegato - prevede che il Ministero della Salute renda disponibili, ogni sei mesi, attraverso la pubblicazione sul sito internet nella sezione "Amministrazione trasparente" tutti i dati relativi ad alimenti, mangimi e animali destinati al consumo in arrivo dalla Unione e dai Paesi extracomunitari. Inoltre, saranno resi noti anche i dati identificativi "degli operatori che abbiano effettuato le operazioni di entrata, uscita e deposito dei suddetti prodotti".

Per tutti i cittadini sarà dunque possibile accedere alle informazioni relative alla reale origine dei prodotti che portano in tavola. Si tratta - spiega la Coldiretti- di un risultato storico raggiunto grazie alla battaglia della trasparenza che la principale Organizzazione agricola europea sta portando avanti da anni per consentire ai consumatori di disporre di informazione corrette su quello che mangiano. Una misura - precisa la Coldiretti - finalizzata a distinguere il vero made in Italy e a garantire scelte di acquisto consapevoli.

Confronto Brugnaro - Baretta   in esclusiva su TeleVenezia


 Televenezia ospita in esclusiva il confronto tra il Sindaco uscente Luigi Brugnaro ed il candidato Pier Paolo Baretta domenica 13 settembre alle ore 12.30. 

Oltre che su TeleVenezia e Radio Venezia e possibile seguire il confronto in diretta stremaning su : www.veneziaradiotv.it


Regata Storica 2020

Segui domenica 6 settembre dalle ore 15.45 la diretta da Venezia della Regata Storica sulle frequenze di Radio Venezia FM 92.4 - 103.5 e su Venezia Radi Tv sul canale 191- 299. Oppure clicca il link qui sotto per vederla sul tuo pc e smartphone 

https://www.veneziaradiotv.it/

Coesione e dialogo

E' il richiamo del Presidente Coldiretti Treviso Giorgio Polegato  al Consorzio Prosecco DOCG  

Pubblichiamo il Comunicato Stampa  del presidente Coldiretti Treviso Giorgio Polegato


Coldiretti Treviso non può rimanere inerme di fronte alla rottura che si sta consumando in seno al Consiglio del Consorzio di tutela del Prosecco Conegliano Valdobbiadene Docg, ma anche di fronte alle palesi forzature per arrivare di fatto ad uno scontro totale e distruttivo, magari per nascondere interessi personali di poltrona. "Penso che il buon senso richieda di fare tutti un passo indietro e lasciare spazio al dialogo e alla costruzione per il bene superiore del Consorzio - sottolinea Giorgio Polegato, presidente di Coldiretti Treviso - riconosciamo alcune criticità, ma anche i successi di un Consorzio che può vantare di vivere un territorio diventato e riconosciuto patrimonio dell'Unesco. Le fronte in questo contesto fanno solo del male a tutti". Secondo Coldiretti anche le forzature sull'interpretazione dello statuto costituiscono un atteggiamento deleterio e fonte di scontro. "Coldiretti intende far valere il proprio e di tutti quelli che legittimamente rivendicano il diritto ad una candidatura che con motivazioni alquanto discutibili sono state depennate. Spero e ribadisco che il dialogo e lo spirito costruttivo al fine di sostenere e valorizzare un territorio straordinario come quello di questa docg debba essere l'unico obiettivo da raggiungere. Dobbiamo pensare ad un futuro in cui il Consorzio di tutela sia coeso ridando il giusto valore al Prosecco docg ed a tutti gli agricoltori che faticano a produrlo nelle colline impervie e straordinarie della Conegliano Valdobbiadene.     

TRA JUMP E STRIKE : OSCAR CACACE SI RACCONTA

MariaStella Dona' intervista Oscar Cacace di TeleVenezia

Oscar Cacace figura storica di TeleVenezia si stà preparando alla nuova edizione di Strike dove ritroveremo vecchi amici e ne conosceremo di nuovi. Nel frattempo conduce su RadioVenezia ogni domenica alle 16.00 "Jump" dove intervista personaggi del mondo dello spettacolo. In questa bella  intervista dalla location di Jesolo Summer Show si racconta a Maria Stella Dona'

Vedi qui il https://www.veneziaradiotv.it/blog/oscar-cacace-presenta-jump/

L'Era del Metabolismo

Capire i segnali che il tuo corpo di manda

Speciale di "Obiettivo Salute" dedicato a Loris Zoppelletto ed al suo libro "L'era del Metabolismo" . Il nostro corpo lancia dei segnali di disagio ai quali noi spesso non riusciamo ad interpretare. Da una storia personale l'autore è riuscito a scoprire un nuovo approccio alla nutrizione riuscendo a scoprire quali alimenti il nostro corpo ha bisogno per mantenersi sano e vivere a lungo.

Qui di seguito il link per vedere tutta l'intervista

https://www.veneziaradiotv.it/blog/loris-zoppelletto-era-metabolismo/

La Cena dei Disonesti

Sette sedie, sette ospiti, sette anime tormentate. Solo un grande regista per una cena teatrale che, di certo, tutti vorrebbero dimenticare... ma non sarà possibile.

Alessandra Marc è nata e vive a Gorizia. Laureata in scienze dell'Architettura, ha collaborato con il Messaggero Veneto. Attrice, ha scritto una breve piece teatrale "Frau Gorizia" ispirata al primo conflitto mondiale. Si è dedicata alla poesia e a racconti per bambini, la cui realizzazione è stata finalizzata alla raccolta benefica a sostegno della ricerca sulla leucemia.

LA CENA DEI DISONESTI è il primo romanzo pubblicato.

Impronte Gialle

La nuovo collana di avventure di Sole, Stella e Luna, per i bambini dai 7 ai 10 anni

MISTERO DOLCE

La prima avventure di Stella Sole e Luna e degli amici del Circo Maramei a ColleDolce dove anche le via hanno i nomi di gustosi  dolciumi

L'UOMO DI SERVIZIO

Il nuovo coinvolgente romanzo di Gianni Spizzo 

Ci si accorge di quanto può contare una donna nella propria vita quando ci abbandona, e non sappiamo sostituirla.

Per quanto scontato, il meccanismo della nostalgia può condurci a propositi estremi, se ci scappa di mano...

Il nuovo libro di Gianni Spizzo scrittore e giornalista friulano della scuderia Gossmann Edizioni